venerdì 7 novembre 2014

Immagini della fantasia 32

Domenica 26 ottobre ho visitato la trentaduesima mostra delle Immagini della Fantasia a Sarmede.
Quest'anno il tema era la Scozia e l'ospite d'onore Giovanni Manna.

Purtroppo non ho potuto essere presente all'inaugurazione perché ero impegnata all'incoronazione del Re del Bosco a Rovereto ma mi sono goduta ugualmente una bella giornata di sole, di ulivi, di libri, di favole, di belle illustrazioni e di amici vecchi e nuovi.

Ho anche potuto ammirare in anteprima l'affresco realizzato da Linda Wolfsgruber al B&B Cà Mattonà.


Cà Mattonà
Affresco di Linda Wolfsgruber



Durante la presentazione degli illustratori coordinata come sempre magistralmente da Monica Monachesi consulente artistico, curatrice del catalogo e coordinatrice della Mostra, ho avuto il piacere di vedere la presentazione del libro Pulgarcito edizioni Milimbo e di conoscere di persona l'illustratrice Giovanna Ranaldi.
È un silent book della fiaba classica di Pollicino, ne aveva parlato la stessa Giovanna Ranaldi sul blog dei Topittori qualche mese fa. Io lo trovo essenziale, di grande tensione, pauroso ma di quella paura che ti chiama, ti attira ad entrare nel libro a perderti nel bosco con Pollicino.
Peccato che il libro non fosse disponibile per l'acquisto altrimenti sarebbe già mio, ma lo sarà presto.

Pulgarcito © Giovanna Ranaldi

Pulgarcito © Giovanna Ranaldi

Pulgarcito © Giovanna Ranaldi

Nella parte di mostra dedicata a Giovanni Manna, ho potuto ammirare anche le matite dello story board dell'Isola del tesoro. Trovo sempre affascinante vedere tutto il lavoro che precede la realizzazione delle illustrazioni definitive per un libro. È un po' come vedere i retroscena di uno spettacolo teatrale, come essere alle spalle dell'illustratore e guardare, non visti, come nasce e si sviluppa un'idea.

Verso l'Isola del tesoro © Giovanni Manna

Verso l'Isola del tesoro © Giovanni Manna

martedì 4 novembre 2014

Autori di immagini - Annual 2014

Sono in fase di recupero dei post che avrei dovuto scrivere da tempo, la causa è sempre la stessa, se volete sapere quale leggete qui.

Nel post precedente a questo ho pubblicato l'immagine selezionata per la mostra delle Immagini della fantasia dello scorso anno, il tema erano le fiabe del Messico, ne approfitto quindi per dire che la suddetta immagine è stata selezionata anche per l'Annual degli autori di immagini 2014.


 
"Il colibrì" © Rossana Bossù

Dal Messico alla Scozia

Il tema dello scorso anno a Sarmede, Le immagini della fantasia era il Messico, le fiabe del Messico.

Ora immagino che alcuni di voi si chiederanno perché ne parlo ora, essenzialmente per il solito motivo, causa mia miglior creazione. Non temete tra non molto dovrei riuscire a rimettermi in pari con la cronologia dei post.

Tornando al Messico, ecco qua la mia illustrazione selezionata per la mostra
Le immagini della fantasia 31

"Il colibrì" © Rossana Bossù

Il colibrì 
(Leggenda maya)

Gli dei crearono ogni cosa sulla Terra, assegnando un compito preciso a ciascun animale, albero, pietra.
Quando ebbero terminato, notarono che non avevano dato a nessuno l’incarico di trasportare i desideri e i pensieri da un luogo all’altro.
Siccome non avevano più né fango né mais per creare un altro animale, presero una pietra di giada, vi soffiarono sopra e la pietra spiccò il volo.

Così gli dei crearono il colibrì.
Era tanto fragile e leggero che poteva avvicinarsi ai fiori più delicati senza neppure muovere un petalo.
Le sue piume brillavano sotto il sole come gocce di pioggia e riflettevano tutti i colori.



Dalle atmosfere calde del Messico si passa a quelle brumose della Scozia.
Il Piccolo Popolo, creature fatte di acqua, di nebbia, scogliere, cieli azzurri, laghi e pascoli sono i protagonisti di quest'anno a Sarmede.

"Morag e il cavallo d'acqua" © Rossana Bossù


Morag e il cavallo d'acqua

Il Cavallo d’Acqua vide la paura negli occhi della sua preda. Morag gridò, spinse via la testa dal suo grembo e balzò in piedi, rovesciando a terra l’arcolaio. Poi cominciò a correre in direzione del torrente, mentre dietro di lei si stendeva un’ombra gigantesca, nera come le profondità del lago.  

lunedì 3 novembre 2014

Il Re del Bosco

Il 28 settembre ho partecipato ad un bellissimo contest, molto particolare,

La sfida consisteva nell'aggirarsi liberamente nel Bosco della Città di Rovereto per ispirarsi e scovare il Re del Bosco.
Potete trovare un resoconto fotografico qui



"Il re" © Rossana Bossù
"Il regno" © Rossana Bossù
"La corona" © Rossana Bossù

Il 25 ottobre a Rovereto presso La stanza Generi Misti di Adami Sciuss+Clotz
sì è tenuta la premiazione e la mostra di tanti Re del Bosco che avevano altrettante storie da raccontare.

Il Re del Bosco di Cristina Portolano e Rocco Lombardi

Il primo premio stile libero Alessio Periotto e il premio dei piccoli Sara Mutinelli con il suo "Gatto del bosco"


Il lavoro di Diana Sbabo che ha ricevuto la menzione stile libero


Le immagini di Marta Farina (in alto a sinistra) e il mio Re del Bosco


Interessante conversazione con Giulia Sagramola

Il mio piccolo Re del Bosco
Le belle immagini di Debora Zamboni


Gli illustratori ospiti al tavolo delle dediche


 Un particolare ringraziamento va a Giulia Mirandola per aver dato vita al Re del Bosco.